Natale 2012

Lo so, mi conosco.
Se non lo faccio ora, finisce che poi arrivo trafelata agli sgoccioli e non combino nulla...

Per cui, anche se manca ancora una settimana, eccomi qui per gli Auguri di Educazione Consapevole per l'imminente Santo Natale.

Quest'anno scelgo uno scritto che ho trovato commovente e meraviglioso, pubblicato sul diario Facebook di Nascitarmonica Mantova . Sono convinta che ognuno di noi potrà dare forma a pensieri di speranza e di stupore leggendo questo breve dialogo.

Che questo Natale ci ricordi che la Vita è più di ciò che noi immaginiamo e che l'Amore ci attende oltre ogni parto, per quanto a volte sia difficile da credere.



"Nel ventre di una donna incinta si trovavano due bebè. Uno di loro chiese all’altro:
- Tu credi nella vita dopo il parto?
- Certo. Qualcosa deve esserci dopo il parto. Forse siamo qui per prepararci per quello saremo più tardi.
- Sciocchez
ze! Non c’è una vita dopo il parto. Come sarebbe quella vita?
- Non lo so, ma sicuramente... ci sarà più luce che qua. Magari cammineremo con le nostre gambe e ci ciberemo dalla bocca.
-Ma è assurdo! Camminare è impossibile. E mangiare dalla bocca? Ridicolo! Il cordone ombelicale è la via d’alimentazione … Ti dico una cosa: la vita dopo il parto è da escludere. Il cordone ombelicale è troppo corto.
- Invece io credo che debba esserci qualcosa. E forse sarà diverso da quello cui siamo abituati ad avere qui.
- Però nessuno è tornato dall’aldilà, dopo il parto. Il parto è la fine della vita. E in fin dei conti, la vita non è altro che un’angosciante esistenza nel buio che ci porta al nulla.
- Beh, io non so esattamente come sarà dopo il parto, ma sicuramente vedremo la mamma e lei si prenderà cura di noi.
- Mamma? Tu credi nella mamma? E dove credi che sia lei ora?
- Dove? Tutta in torno a noi! E’ in lei e grazie a lei che viviamo. Senza di lei tutto questo mondo non esisterebbe.
- Eppure io non ci credo! Non ho mai visto la mamma, per cui, è logico che non esista.
- Ok, ma a volte, quando siamo in silenzio, si riesce a sentirla o percepire come accarezza il nostro mondo. Sai? ... Io penso che ci sia una vita reale che ci aspetta e che ora soltanto stiamo preparandoci per essa ..."


 
Buon Santo Natale 2012 a tutti voi!

Maria Beatrice